24
Marzo 2019

SCONFITTA INDOLORE CON MILANO. È MONZA L’AVVERSARIO NEI QUARTI DI FINALE

Perugia, già sicura del primo posto, se la gioca a viso aperto a Busto Arsizio contro i padroni di casa della Revivre Axopower che si impongono al quinto dopo avere recuperato due volte lo svantaggio di un set. 21 i punti di Leon, 17 di un eccellente Lanza. Nella post season il primo avversario dei Block Devils sarà il Vero Volley di coach Soli

Guarda la gallery

Revivre Axopower Milano
Sir Safety Conad Perugia

Si ferma a Busto Arsizio la striscia positiva della Sir Safety Conad Perugia che cade al tie break al PalaYamamay contro i padroni di casa della Revivre Axopower Milano.

Sconfitta decisamente indolore per i Block Devils che, già sicuri del primo posto da sette giorni, giocano comunque un match gagliardo e con ampi sprazzi di ottima pallavolo, calando un po’ nella parte conclusiva del match al cospetto della formazione di coach Giani, le cui maggiori motivazioni di classifica, unite alle qualità importanti dei meneghini, alla lunga hanno fatto la differenza.
Ma Bernardi può essere soddisfatto comunque della prova offerta dai suoi ragazzi che hanno onorato fino in fondo la Superlega e dimostrato di essere pronti a giocarsi tutte le proprie carte nei playoff. Playoff che vedranno Perugia affrontare nei quarti di finale il Vero Volley Monza di coach Soli scivolato, in virtù dei risultati maturati in questa ultima giornata di regular season, in ottava posizione.
Tornando al match di stasera, i bianconeri non sono riusciti a capitalizzare due volte il vantaggio di un set. Leon con 21 palloni vincenti (5 ace) è stato il miglior realizzatore dei suoi, Lanza (17 palloni vincenti con il 72% in attacco, 3 ace ed un muro) e Podrascanin (13 punti con l’82% in primo tempo) certamente tra i migliori nella metà campo perugina.
Si chiude dunque la regular season, l’attenzione si sposta ora sui playoff scudetto. Si parte nel prossimo fine settimana con gara 1 dei quarti di finale al PalaBarton contro Monza. Comincia la fase più delicata e certamente decisiva della stagione. I match dove adrenalina ed emozioni alzano la propria asticella, dove il cuore più di ogni altra volta sarà determinante. E Perugia ha dimostrato di essere pronta!

IL MATCH

Come anticipato alla vigilia, formazione tipo per Bernardi al via. Vantaggio iniziale dei padroni di casa con il primo tempo di Kozamernik (2-1). L’ace di Leon ed il maniout di Lanza capovolgono (2-4). L’ace di Kozamernik pareggia (5-5). La pipe di Lanza tiene il piccolo vantaggio di Perugia (9-10). Altro ace di Leon (10-12). Out Atanasijevic e nuova parità (12-12). Perugia riparte dal primo tempo di Podrascanin, dall’ace di De Cecco e da un altro primo tempo di Podrascanin (13-17). Prosegue il turno al servizio di De Cecco con Lanza che chiude lo smash e con un altro ace del capitano bianconero (13-19). Ancora un ace, stavolta di Lanza (14-21). Super punto di De Cecco dalla seconda linea, poi Leon buca il taraflex e porta i suoi al set point (15-24). Chiude Ricci (16-25).
Avvio equilibrato nella seconda frazione con Podrascanin a segno due volte da posto tre (6-7). Out Atanasijevic e vantaggio Milano (8-7). Il muro di Ricci rimette avanti i suoi (8-9). Missile di Leon dai nove metri (10-12). Bossi pareggia ancora, poi l’ace di Kozamernik capovolge (14-13). Altri due per i padroni di casa (16-13). In campo Hoogendoorn per Atanasijevic. Ace di Sbertoli, Milano a +5 (19-14). Perugia dimostra carattere e rientra con Leon (20-18). Il muro di Kozamernik riporta Milano a +4 (22-18). Leon con l’ace riporta Perugia fino al -1 (23-22), ma il guizzo decisivo è dei padroni di casa che chiudono con Clevenot (25-22).
Due ace di Podrascanin lanciano Perugia in avvio di terzo parziale (1-4). Out Leon (3-4). Fuori anche la pipe di Cebulj (4-7). Tre in fila di Lanza, due in attacco ed uno a muro (6-11). Ace di Clevenot (8-11). Perugia torna a spingere e con il tocco di seconda intenzione di De Cecco si riporta a +5 (11-16). In campo Berger per Leon. Atanasijevic chiude il contrattacco del 12-18. Ace di Hirsch (14-18). Lanza esplode il pallone nell’incrocio al centro poi trova anche l’ace (15-21). Muro a tre chiuso da Podrascanin, poi altro ace di Lanza (15-23). Berger va a bersaglio da posto quattro e porta la Sir al set point (17-24). Chiude l’errore al servizio di Abdel-Aziz (18-25).
Ace di Abdel-Aziz, pipe di Clevenot e stavolta è Milano a partire forte (4-1). Ace anche per Cebulj (6-2). Un altro errore nella metà campo bianconera, Revivre a +5 (8-3). De Cecco è in vena di magie ed Atanasijevic chiude la diagonale del 10-7. Muro di Cebulj (12-8). Milano vola a +6 dopo l’errore di Atanasijevic ed il muro di Kozamernik (16-10). Perugia recupera un break proprio con Atanasijevic (16-12). Due in fila di Lanza (17-14). Clevenot ridà slancio a Milano (19-14). Cebulj e Abdel-Aziz avvicinano i padroni di casa al tie break (23-17). Arrivano cinque palle set per la Revivre (24-19). Il fallo fischiato a Seif rimanda la sentenza al tie break (25-19).
Grande spettacolo al PalaYamamay nel quinto set. Il muro dà il vantaggio ai ragazzi di Giani (5-4). Il muro di Podrascanin capovolge (5-6). È Perugia ad arrivare davanti al cambio di campo con Leon (7-8). Break di Milano con Kozamernik (10-8). Ancora un punto Revivre con la pipe di Clevenot (11-8). Milano si avvicina al traguardo con il muro di Sbertoli (13-9). Cebulj chiude per il match point (14-9). L’errore al servizio di Leon fa scorrere i titoli di coda (15-10).

Il Tabellino

REVIVRE AXOPOWER MILANO – SIR SAFETY CONAD PERUGIA 3-2

Parziali: 16-25, 25-22, 18-25, 25-19, 15-10

REVIVRE AXOPOWER MILANO: Sbertoli 2, AbdelAziz 9, Bossi 11, Kozamernik 9, Cebulj 12, Clevenot 17, Pesaresi (libero), Hirsch 2, Izzo, Basic. N.e.: Hoffer (libero), Gironi, Innocenzi, Piano. All. Giani, vice all. De Cecco.

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 5, Atanasijevic 12, Podrascanin 13, Ricci 3, Leon 21, Lanza 17, Colaci (libero), Hoogendoorn 1, Seif, Galassi 1, Hoag, Della Lunga, Berger 1. N.e.: Piccinelli (libero). All. Bernardi, vice all Fontana.

Arbitri: Luca Sobrero - Alessandro Tanasi

Le Cifre
MILANO: 15 b.s., 9 ace, 39% ric. pos., 17% ric. prf., 54% att., 7 muri. PERUGIA: 25 b.s., 12 ace, 31% ric. pos., 11% ric. prf., 60% att., 6 muri.