16
Gennaio 2020

PERUGIA ESPUGNA L’AGSM FORUM DI VERONA AL TIE BREAK!

Match lunghissimo in terra scaligera con i Block Devils che vanno prima avanti di un set e poi sotto 2-1. Nonostante un ritmo di gioco non continuo, esce fuori la voglia di vincere della squadra di Heynen che si prende la dodicesima vittoria consecutiva tra Italia ed Europa e torna a casa con due punti importanti per la classifica

Guarda la gallery

Calzedonia Verona
Sir Safety Conad Perugia

Montagne russe a Verona per la Sir Safety Coand Perugia che, dopo due ore abbondanti di gioco, espugna al tie break il campo della Calzedonia tornando a casa con due punti importanti per la propria classifica.

La pausa natalizia fa perdere un po’ di ritmo ai Block Devils che mancano a tratti in continuità nella costruzione del gioco. Ma i ragazzi, sotto 2-1 nel conto dei set, tirano fuori orgoglio, attributi e voglia di vincere capovolgendo la situazione e chiudendo al quinto parziale con l’ace di Ricci.
Prima un match a più facce. Bellissima quella di Perugia nel primo set con la fase break che funziona al meglio e con pochissimi errori diretti. In calo quella del secondo e terzo con i bianconeri che diventano fallosi (11 errori gratuiti in entrambi i set) e con Verona che cresce trascinata da Boyer e Solè.
Heynen in avvio di quarta frazione scuote i Block Devils che reagiscono al meglio, limitando nuovamente gli errori e ritrovando continuità al servizio e soprattutto nella correlazione muro difesa con Leon ed un ottimo Lanza che finalizzano in contrattacco. Nel tie break lo strappo lo dà l’asso cubano-polacco che infila tre attacchi vincenti di seguito dal 5-5 al 5-8. È il break decisivo perché Perugia mantiene il vantaggio fino in fondo con un cambiopalla infallibile.
Sono proprio Leon e Lanza i migliori realizzatori nella metà campo bianconera. 20 punti a testa per i martelli umbri con Lanza (70% in attacco) che infila anche 4 ace mentre Leon chiude con 4 muri vincenti. Doppia cifra anche per Atanasijevic (16 palloni a terra), bene il gioco al centro con Ricci e Podrascanin, mentre riprende il 2020 come aveva chiuso il 2019 un super Colaci in seconda linea, dando solidità in ricezione (60% di positiva) e tirando su tutto in difesa.
Per Perugia dunque un rientro comunque positivo in Superlega ed all’orizzonte due incontri casalinghi ravvicinati e consecutivi con il match di domenica con Monza per la terza di campionato e quello di mercoledì con Padova per l’importantissimo quarto di finale di Coppa Italia.

IL MATCH

Ricci e Podrascanin al centro, Leon e Lanza in posto quattro. Queste le scelte di Heynen per la prima del 2020 dei Block Devils. Si parte con il muro vincente di De Cecco (0-1). Invasione aerea di Spirito, poi maniout di Leon (1-4). Lanza a segno in parallela (4-8). Ancora un break per Perugia dopo l’attacco out di Solè (5-10). Arrivano il muro punto di Ricci, l’ace di Lanza ed il contrattacco di De Cecco (6-14). Altro muro, stavolta di Leon (7-16). Verona accorcia con i punti di Boyer (12-19), ma i bianconeri tengono bene il campo e si avvicinano alla chiusura del set con Lanza (14-23). Leon porta i suoi al set point (15-24). Chiude Atanasijevic (16-25).
Seconda frazione con equilibrio iniziale e con Atanasijevic che chiude il pallone del 3-3. Ace di Leon, poi maniout di Lanza (3-5). L’ace di Boyer pareggia (6-6). Si gioca punto a punto con Atanasijevic che dà il doppio vantaggio a Perugia con un bel maniout (11-13). Le due squadre lavorano bene in fase di cambiopalla e la pipe di Lanza mantiene le distanze (15-17). Attacco out di Leon e parità (17-17). Atanasijevic a segno da posto due (19-20). Verona si porta a condurre dopo l’errore proprio di Atanasijevic (21-20). Ricci mette a terra il primo tempo del 22-22. Ace di Lanza (22-23). Perugia arriva al set point (23-24). Solè manda il set ai vantaggi (24-24). Diagonale vincente di Leon (24-25). Boyer pareggia ancora (25-25). Out Leon, stavolta il set point è per Verona (26-25). Ancora fuori Leon, la Calzedonia pareggia i conti (27-25).
Squadre a braccetto nel terzo parziale (5-5). Ace di Boyer, poi errore di Leon, Verona scappa via (8-5). Leon accorcia, Cester ristabilisce (10-7). Dentro Russo e Plotnytskyi, ma Perugia è molto fallosa (14-10). Ace di Boyer (17-12). Muro di Leon (17-14). Fuori Atanasijevic (19-14). In campo l’attacco di Muagututia, poi Solè (22-15). Il set è segnato per i Block Devils con Asparuhov che manda Verona a condurre (25-18).
Prova a reagire Perugia nel quarto set con Podrascanin e Lanza di nuovo in campo (0-2). Maniout proprio di Lanza che si ripete in contrattacco (1-4). Altri due sempre per il martello azzurro (2-6) che poi infila anche l’ace (3-8). A segno Leon (6-12). Ace di Asparuhov (10-14). Ricci chiude un bello scambio (10-16). Verona torna sotto con l’ace di Spirito (14-17). Tre di Leon (due attacchi ed un muro) per il 14-20. Maniout di Lanza (15-22). Ricci regala a Perugia il set point (16-24). L’errore al servizio di Kluth rimanda tutto al tie break (18-25).
Quinto set con Verona avanti (3-1). L’ace di Lanza pareggia subito (3-3). Contrattacco di Atanasijevic (3-4). Tre in fila di Leon (5-8). Colpo vincente di Atanasijevic (6-9). Chiude il primo tempo Podrascanin (7-10). Non è da meno Ricci (8-11). Ancora Ricci (9-12). In campo l’attacco di Leon (10-13). Il muro di Leon porta i Block Devils al match point (10-14). Chiude subito Ricci con il servizio vincente (10-15).

Il Tabellino

CALZEDONIA VERONA – SIR SAFETY CONAD PERUGIA 2-3

Parziali: 16-25, 27-25, 25-18, 18-25, 10-15

CALZEDONIA VERONA: Spirito 1, Boyer 19, Solè 12, Cester 5, Asparuhov 10, Muagututia 15, Bonami (libero), Marretta, Chavers 1, Kluth, Aguenier. N.e.: Birarelli, Franciskovic, Donati (libero). All. Stoytchev, vice all. Simoni.

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 2, Atanasijevic 16, Podrascanin 8, Ricci 11, Leon 20, Lanza 20, Colaci (libero), Zhukouski, Plotnytskyi, Russo, Piccinelli, Taht. N.e.: Hoogendoorn, Biglino (libero). All. Heynen, vice all Fontana.

Arbitri: Armando Simbari - Gianluca Cappello

Le Cifre
VERONA: 20 b.s., 7 ace, 42% ric. pos., 15% ric. prf., 45% att., 4 muri. PERUGIA: 19 b.s., 6 ace, 44% ric. pos., 17% ric. prf., 53% att., 7 muri.