01
Novembre 2018

Mamma mia che Perugia! Grande vittoria a Civitanova e primato solitario in classifica!

Più forti delle avversità i Block Devils! Senza Berger, Colaci ed Hoogendoorn, i ragazzi di Bernardi si compattano e sfoderano una prestazione clamorosa violando in tre set l’Eurosuole Forum. Leon è una furia (6 ace), Atanasijevic martella senza paura, Lanza è uomo a tutto campo e Piccinelli, al suo esordio da titolare, dimostra grandi qualità. Restano a punteggio pieno i bianconeri e tra tre giorni si torna in campo per la quinta di Superlega al PalaBarton contro Siena

Guarda la gallery

Cucine Lube Civitanova
Sir Safety Conad Perugia

Uno spettacolo di nome Sir!

Più forte di tutto. Più forte delle avversità, che si materializzano con le defezioni di Berger, Colaci ed Hoogendoorn. Più forte delle difficoltà che una corazzata come la Lube sa mettere a tutti. Più forte, al momento, della Superlega perché Perugia vola in vetta solitaria a punteggio pieno con 12 punti.

Dice questo l’anticipo televisivo della quarta giornata con la Sir Safety Conad Perugia che mostra i muscoli all’Eurosuole Forum di Civitanova vincendo nettamente e con merito il big match tra prime della classe contro la Cucine Lube Civitanova e facendo esplodere di gioia i circa trecento Sirmaniaci sugli spalti!

È grande Perugia! Capace di vincere il confronto di tecnica ma anche di testa, con qualità ma anche con il cuore. Sorride, e come dargli torto, a fine match Lorenzo Bernardi. La crescita della squadra prosegue ed è sotto gli occhi di tutti. Una crescita sicuramente nei meccanismi di squadra e nella convinzione delle proprie doti, una crescita del gruppo che si dimostra sempre più compatto, una crescita che porta i segni del grande lavoro che tutti ogni giorno fanno al PalaBarton a testa bassa.

Stasera, dopo un primo set equilibrato fino al 20-20 e deciso dallo strappo di Leon al servizio, è stata una immensa Sir! Devastante dai nove metri (11 ace), granitica a muro (7 punti), diabolica in attacco. E soprattutto estremamente concreta nel limitare al minino il numero degli errori (appena 5 in tre set non considerando la battuta).

Un’autentica furia Leon, mattatore al servizio (6 ace e tante serie impressionanti) e scintillante in attacco (67%) per 21 punti finali. Solito martello pneumatico Atanasijevic, prezioso come un diamante Lanza, 7 palloni vincenti e uomo a tutto campo. E che dire di Ricci e Podrascanin, che mettono insieme 6 dei 7 muri totali di squadra, e di De Cecco, sublime architetto di un palazzo regale. Ma l’applauso più grande, non ce ne vogliano gli altri, se lo prende Piccinelli, chiamato in campo all’ultimo per sostituire un libero del calibro di Colaci, nel match più difficile e in un palasport gremito. Ha ventuno anni Piccinelli, ma stasera, per come ha retto in ricezione e per come ha dato sicurezza ai compagni, sembrava un veterano!

Tutto questo, ma anche molto altro, ha detto stasera Civitanova-Perugia. Un match che consegna ai Block Devils tre punti di platino. Tra tre giorni si torna già in campo per la quinta di andata in casa contro Siena e da domani quindi testa e cuore vanno solo lì.

Ma per stasera Perugia, come dice a fine gara un entusiasta presidente Sirci, continua a regnare!

IL MATCH

C’è Piccinelli in seconda linea per Bernardi, con Colaci ai box a bordo campo. Per il resto formazione tipo. Il primo break è della Lube con il maniout di Leal e l’errore di Leon (3-1). +3 Civitanova dopo la pipe di Juantorena (6-3). Un grande scambio viene chiuso ancora da Juantorena (8-4). L’ace di Lanza dimezza lo svantaggio, il maniout di Leon riporta Perugia a contatto (9-8). In rete Juantorena, si torna in parità (9-9). È Leal a far ripartire i padroni di casa (12-10). Ace di Leon e nuova parità (13-13). Si procede a braccetto con Podrascanin che mette a terra il primo tempo del 16-16. L’ace di Lanza firma il primo vantaggio bianconero (16-17). Lube di nuovo avanti con il muro di Cester (20-19). Due di Leon, attacco ed ace, e contrattacco di Atanasijevic (20-22). Altro ace di Leon (20-23). Il neo entrato D’Hulst mette l’ace (con l’aiuto del nastro) del 22-23. Atanasijevic a segno dalla seconda linea e sono due set point Sir (22-24). Fuori Leal, il primo parziale è di Perugia (22-25).

L’ace di Leon apre la seconda frazione (2-3). Altri quattro per Perugia con Leon (attacco ed ace), Atanasijevic e Lanza (2-7). Accorcia la Lube con Sokolov e Juantorena (7-9). +5 Sir con i muri di Ricci ed Atanasijevic (8-13). Mette anche due ace Atanasijevic (9-17). L’opposto serbo gioca il maniout da posto quattro e mantiene il vantaggio dei suoi (14-21). Ancora Atanasijevic in attacco (16-23) e poi al servizio (16-24). Fuori Cantagalli, Perugia raddoppia (16-25).

È il muro di Ricci a dare il via al terzo parziale (0-2). Atanasijevic tiene botta (3-5). Parità con l’ace di Sokolov (5-5). Contrattacco di Leon (6-8). Ancora +2 Sir con l’attacco di Leon (9-11). Lanza da posto quattro (11-13). Invasione di Simon (13-16). Pallonetto vincente di Leon, poi muro di Ricci e poi ace di Leon (15-20). In rete Lanza (17-20). Si riscatta subito lo schiacciatore bianconero (17-22). Muro insuperabile di Podrascanin (18-24). Chiude il missile in pipe di Leon (18-25).

Il Tabellino

CUCINE LUBE CIVITANOVA – SIR SAFETY CONAD PERUGIA 0-3

Parziali: 22-25, 16-25, 18-25

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Bruno, Sokolov 9, Cester 2, Simon 3, Juantorena 9, Leal 10, Balaso (libero), D’Hulst 1, Cantagalli 1, Massari, Diamantini 2, Stankovic. N.e.: Marchisio (libero), Sander. All. Medei, vice all. Camperi.

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco, Atanasijevic 13, Podrascanin 5, Ricci 5, Leon 21, Lanza 7, Piccinelli (libero), Seif, Galassi, Della Lunga. N.e.: Gabriele. All. Bernardi, vice all Fontana.

Arbitri: Luca Sobrero – Giuliano Venturi

Le Cifre
CIVITANOVA: 16 b.s., 2 ace, 42% ric. pos., 15% ric. prf., 46% att., 2 muri. PERUGIA: 14 b.s., 11 ace, 36% ric. pos., 17% ric. prf., 52% att., 7 muri.